Echi


Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Autore Messaggio
HorrorMagazine
Dagon
Messaggi: 1020
MessaggioInviato: Ven, 14 Mag 2004 05:17    Oggetto: Echi   

Echi

Leggi il racconto.
MessaggioInviato: Ven, 14 Mag 2004 05:17    Oggetto: Cancellazione   

Qui c'era un messaggio che ho cancellato. Diceva più o meno che il racconto è bello ma sembra il sesto senso.
Okay: critica sacrosanta, se a esprimerla e' qualcuno che si firma e lascia un indirizzo mail attivo al momento dell'iscrizione.
Ho quindi proceduto alla cancellazione sia del messaggio sia dell'utente anonimo.
Non obbligatemi a fare queste cose spiacevoli. Non mi piace calarmi nella parte del moderatore cattivo ma, se necessario, non esito a farlo.
selene
Larva
Messaggi: 4
Località: cesenatico / bologna
MessaggioInviato: Ven, 14 Mag 2004 19:52    Oggetto:   

scusa, ero stata io, non mi ero iscritta.
cmq, il racconto mi e' piaciuto, anche se da come e' stato riportato sembra che l'abbia solo criticato negativamente..
MessaggioInviato: Ven, 14 Mag 2004 20:01    Oggetto:   

selene ha scritto:
scusa, ero stata io, non mi ero iscritta.
cmq, il racconto mi e' piaciuto, anche se da come e' stato riportato sembra che l'abbia solo criticato negativamente..


Figurati! Pensavo fosse un messaggio volutamente anonimo!
Quindi... benvenuta in Horror Magazine! Very Happy
X
Segugio di Tindalos
Messaggi: 173
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 18:29    Oggetto:   

Un racconto che si lascia leggere, senza che sia mai riuscito davvero a prendermi dentro... Spiacente di dirlo, ma dalle premesse di Ivo (il nuovo horror e tutto il resto) sarebbe stato lecito attendersi qualcosa di più graffiante.

X
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 18:53    Oggetto:   

X ha scritto:
Un racconto che si lascia leggere, senza che sia mai riuscito davvero a prendermi dentro... Spiacente di dirlo, ma dalle premesse di Ivo (il nuovo horror e tutto il resto) sarebbe stato lecito attendersi qualcosa di più graffiante.


Momento please! Io non ho parlato di "nuovo horror", almeno non nella prefazione a Echi. Quindi deduco che tu ti stia riferendo ad altri discorsi del sottoscritto.
Non capisco...
X
Segugio di Tindalos
Messaggi: 173
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 18:56    Oggetto:   

Ho seguito la bagarre che a suo tempo si scatenò sul forum de La Tela Nera. All'epoca non intervenni, riservandomi di farlo con la prova dei fatti. Un racconto sovrannaturale mansueto, per quanto ben scritto, non mi pare conforme alla ventata d'aria nuova di cui parlavi allora, per differenziare HM da altre realtà della rete.

Ribadisco che non c'è nessun intento polemico nelle mie parole.

X
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 19:02    Oggetto:   

X ha scritto:
Ho seguito la bagarre che a suo tempo si scatenò sul forum de La Tela Nera. All'epoca non intervenni, riservandomi di farlo con la prova dei fatti. Un racconto sovrannaturale mansueto, per quanto ben scritto, non mi pare conforme alla ventata d'aria nuova di cui parlavi allora, per differenziare HM da altre realtà della rete.


Okay, ora ho capito. E tranquillo, le critiche mi piacciono. Wink
Ti chiedo solo di portare un po' di pazienza. Giudicare sulla base di un solo racconto (pur se decisamente interessante, come reputo questo Echi) è fondamentalmente ingiusto perché... prematuro. Per altro la famosa ondata di novità NON ha a che fare con un horror da considerarsi esso stesso "nuovo" o d'avanguardia. Tutt'altro (non nutro simili aspettative vanagloriose). La mia ferma intenzione è di prediligere i racconti autenticamente horror rispetto a quelli noir, certamente più appropriati a riviste che non contengano la parolina magica "horror" nella loro testata. Tutto qui.
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 19:19    Oggetto:   

Sono andato a rileggermi la famosa bagarre della Tela Nera. In realtà non c'è stata nessuna bagarre, oppure promesse di "nuovo horror" (nemmeno nell'intervista).
Se basta dire che qui si predilige l'horror al noir per innescare un qualche genere di conflitto, significa proprio che in Italia l'horror letterario è decisamente screditato e c'è poco da stare allegri.
No, ribadisco quanto detto sul bel sito di Alessio Valsecchi: semplicemente vorrei ristabilire quella connessione tra horror e soprannaturale (o tra horror e mito, o tra horror e incubo) che di recente è stata, più o meno volontariamente, interrotta. Di nuovo: tutto qui.
medea
Henry Armitage
Messaggi: 1226
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 19:53    Oggetto:   

io non seguo la tela nera e non ho letto la discussione di cui parlate ma voglio lo stesso aggiungere una cosa:
punto1: noir e horror secondo me sono due cose distinte.
punto2: il noir ormai è davvero inflazionato (la sola parola "noir" è inflazionata)... tutto e niente è noir.
punto3: il cosiddetto noir, anche se ho appena detto che è tutto e niente, nella sua accezione comune lo si trova ovunque: nei quotidiani, alla TV, in libreria, al cinema... è inflazionato e non sta dando ventate di novità, anzi!!!
punto4: cos'è horror... non so se esista una definizione univoca, ma non è il noir!!!!
punto5:... sul racconto in questione non mi pronuncio... devo ancora leggerlo Embarassed appena ho un momento lo scarico e voto Wink
Di tutto ciò che vive e ha intelligenza, noi donne siamo la creatura più infelice

(Euripide, Medea)
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 20:22    Oggetto:   

medea ha scritto:
io non seguo la tela nera e non ho letto la discussione di cui parlate ma voglio lo stesso aggiungere una cosa:
punto1: noir e horror secondo me sono due cose distinte.


Un momento. Su HM i sarà ANCHE il noir. E' più che giusto, perché ci sono casi (in verità non così tanti) in cui i due "generi" si confondono davvero. E perché il noir, in Italia, ha assunto una notevole importanza (almeno come genere "allargato" che dentro ha tutto e il contrario di tutto). Ho giusto per le mani un racconto senza traccia di elementi soprannaturali, di cui un collaboratore sta facendo l'editing insieme all'autore.
medea
Henry Armitage
Messaggi: 1226
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 20:30    Oggetto:   

lo so, infatto leggo cinzia tani che propone "semplicemente" storie acide di omicidi Twisted Evil
quello che intendevo dire è che il noir è inflazionato, e questo è vero...
spesso l'horror si può "confondere" col noir, è ovvio, perchè hanno punti in comune, ma non sono la stessa cosa! è giusto che HM si occupi anche di generi che si avvicinano all'horror, anche un certo tipo di fantasy rientra nell'horror per certi aspetti (barker ad esempio)... ma spesso un horror "puro" (se si può dire) viene detto noir e secondo me è un errore... ma non sono questa grande esperta quanto a etichette Wink
Di tutto ciò che vive e ha intelligenza, noi donne siamo la creatura più infelice

(Euripide, Medea)
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 20:34    Oggetto:   

medea ha scritto:
il cosiddetto noir, anche se ho appena detto che è tutto e niente, nella sua accezione comune lo si trova ovunque: nei quotidiani, alla TV, in libreria, al cinema... è inflazionato e non sta dando ventate di novità, anzi!!!


In questo sono del tutto d'accordo con te. Sta inflazionando. Ed è pure un peccato, perché molte opere belle, o autentici capolavori, cominciano a perdersi nella babele generale. Noir, thriller... quando un'etichetta diventa onnicomprensiva, in qualche modo decreta la propria fine. Nel momento in cui si è voluto ricondurre tutto il "lato oscuro" della letteratura a un unico genere, s'è commesso un errore che presto o tardi verrà scontato in termini di vendite. Anche perché, e questa è una mia personalissima convinzione, è il noir ad attingere all'affamato pubblico horror per vendere (mentre l'horror puro mantiene la sua nicchia gloriosa). Da un lato lo ipnotizza dicendogli: "tanto l'horror non vende!"... quindi? Quindi compra il mio libro noir (che per il fatto di essere noir riesco anche a vedere ad altri, tipo all'appassionato di gialli, al maniaco di legal thriller, etc.) Peccato che spesso si vada incontro a delle delusioni, e si cerchi rifugio nella letteratura "vintage", quella dei soliti nomi: Poe, Lovecraft, Straub, King, Barker... oppure (ed è capitato a molte persone di mia conoscenza) si "tradisca" definitivamente il "lato oscuro" e ci si interessi di fantasy. Io stesso, per qualche tempo, ho preferito leggere fantasy e fs piuttosto che dedicarmi al giallo strapaesano italiano.


Ultima modifica di Ospite il Ven, 21 Mag 2004 20:40, modificato 2 volte in totale
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 20:36    Oggetto:   

medea ha scritto:
lo so, infatto leggo cinzia tani che propone "semplicemente" storie acide di omicidi Twisted Evil


Ah! Adoro Cinzia Tani. Scrive come una dea ed è bella acida, hai ragione: niente pistolotti e sottotesti ingombranti! E l'adoro pur senza considerarla una scrittrice horror... Wink
medea
Henry Armitage
Messaggi: 1226
MessaggioInviato: Ven, 21 Mag 2004 20:50    Oggetto:   

hai ragione, ma credo che il noir stia già passando un po di moda... non so, è un'impressione...
basta prendere come esempio il cinema... in realtà si sta aprendo anche a prodotti più, come dire, fantastici. tante cose sono schifini, siamo d'accordo, ma the ring ad esempio è un ottimo horror (parlo anche del romanzo)...
l'italia poi è una realtà a parte... dovremo andare tutti in giappone! Wink
Di tutto ciò che vive e ha intelligenza, noi donne siamo la creatura più infelice

(Euripide, Medea)
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sui racconti Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum